Europa Digitale

Il missile che uccide i computer

18Letture

Il missile che uccide i computer — Gli Stati Uniti hanno sperimentato con successo, e senza danni alle perone, un missile che distrugge i computer e i sistemi di controllo elettronici delle forze nemiche fondendo in maniera irreparabile i circuiti delle apparecchiature con una fascia di potenti microonde. La nuova arma “non letale”, CHAMP, per “Counter-electronics High-powered Microwave Advanced Missile Project”, può agire in zone densamente popolate, bersagliando con precisione le difese aeree del nemico, le torri di comunicazione, centrali telefoniche, fabbriche automatizzate e in generale tutti i sistemi di controllo che dipendono dai microcircuiti.

Il Congresso USA ne è entusiasta, ma l’Air Force nicchia, pare per un noto meccanismo burocratico: l’ufficio che tratta i missili sembra non vada molto d’accordo con l’altra struttura responsabile della guerra elettronica, con il risultato che si dovrà, intanto, predisporre un “cross-functional study” preparato congiuntamente dai due uffici nella speranza di metterli d’accordo.

Lascia un commento